Carmelo Russo con le sue musiche riavvolge il nastro del vissuto personale ripercorrendo il proprio  cammino professionale e umano che ha come insostituibile compagna la chitarra. Le corde vibranti dello strumento ne rievocano l’infanzia in una terra abbandonata. Suggestioni e turbamenti mai sopiti. Un percorso fatto di colori, profumi e sapori che richiamano sensazioni comuni alla  gente di quelle terre calde e ventose, ..come la Sicilia, patria del compositore.

Nello spettacolo Passione Mediterranea ritroviamo suoni e movimenti che ci ricordano i paesi del sud, i colori del mare e del cielo, i sapori dei frutti di quei luoghi, ma anche il viaggio degli emigranti, diretti verso nuove culture e prospettive di lavoro, in un percorso a ritroso privo di confini temporali o emozionali. Ogni brano ascoltato risulta permeato di un sud caldo, festoso e variopinto. Musiche con buy viagra forti influenze spagnole e arabe,  con un unico denominatore comune: La passione.

Sul palco, oltre al compositore chitarrista, altri 9 musicisti pharmacy canada di grande valore: Carlo Aonzomandolino, Sabine Spath mandolino, Dado Sezzi percussioni, Edo Lattes contrabbasso e basso elettrico,Gianpaolo Casu chitarra, Daniele Guerci violino, Laura Sillitti violino, Alessandro Sacco viola e Raffaele Ottonello violoncello.

Il piacere di ascoltare musicisti di assoluto valore viene amplificato dalla bravura delle danzatrici delKollettivo Fonique. I loro corpi flessuosi e allenati esprimono un altro aspetto del sud relativo all’emigrazione, lo stato d’animo visto da un’altra prospettiva, quella di chi resta, le donne.

Il Kollettivo Fonique è formato dalle danzatrici Natalia Vallebona, Francesca Abd El, Martina Ansaldo eMelissa Cosseta.

Passione Mediterranea convoglia varie arti in un solo spettacolo: musica, danza, immagini e narrazione, quest’ultima con la voce di Enza Nalbone che cura anche la regia. Uno show completo e di grande impatto che unisce le diverse forme d’arte in modo sapiente grazie alla qualità dei suoi interpreti.